Come scegliere il pavimento effetto resina

Effetto resina per interni: perchè scegliere il gres porcellanato

Il nostro studio è a pochi chilometri da Sassuolo, posizione che permette di tenere d’occhio, in tempo reale, le tendenze del mondo ceramico. Oltre all’effetto marmo di cui abbiamo parlato qui, di recente si producono molte linee per pavimenti e rivestimenti ispirate all’effetto della resina. 

Negli ultimi anni, i grandi produttori di materiale per la posa – come Mapei o Kerakoll – si sono specializzati nella produzione di resina artificiale, una malta cementizia creata combinando resine purissime e decisamente flessibili. La bellezza della resina è data dal senso di uniformità che assume il pavimento o rivestimento che ricopre.

Inoltre, la resina artificiale piace per:

  • l’effetto cromatico stonalizzato, con una superficie mossa da spatolature che si creano durante la posa (infatti la resina viene stesa con una spatola con “denti” più o meno grandi, che lascia segni evidenti dopo il passaggio)
  • le tonalità contemporanee tendenti al freddo, con diverse gradazioni di grigio – dal chiaro arrivando fino al tortora, oltre ai classici bianco e nero. 

L’innovativa resina, tuttavia, ha lati decisamente scomodi.

  • I costi: il prezzo del materiale è elevato e, sia che si tratti di pavimento che di rivestimento, deve essere pulito con prodotti più costosi rispetto a quelli tradizionali per la pulizia di piastrelle. Inoltre, i costi di acquisto delle malta cementizia e quelli della posa sono superiori del 30% circa rispetto a quelli per le piastrelle in grès porcellanato.
  • La manutenzione impegnativa: il gres porcellanato è più resistente rispetto alla resina in malta. Quest’ultima al contrario, esige pulizia molto frequente e utlizzando prodotti specifici, perchè è un materiale molto più delicato.
  • La durata incerta: se sulla piastrella ormai non ci sono dubbi (studi tecnici ne certificano la durata per oltre 50 anni), in questo caso non si ha ancora la certezza assoluta della resistenza nel tempo.

Scegliere il gres porcellanato classico risolve tutti i problemi senza togliere fascino agli ambienti.  La resina per pavimenti in grès porcellanato risulta ormai molto fedele a quella naturale, incluso quell’effetto spatolato tipico del materiale.

Per ridurre al minimo la presenza di fughe consigliamo formati molto grandi, come il 60×120, 90×90, 90×180, 120×240 e maggiori. Gli stucchi si producono in abbinamento perfetto con le tonalità delle piastrelle, per non perdere il senso di uniformità e compattezza.

Progettare un ambiente non è solo questione di tecnologia, ma di gusto: dedichiamo molto tempo alla ricerca di stile perchè le superfici scelte siano in armonia con le preferenze dei nostri clienti e partner. Noi conosciamo bene chi produce i migliori effetti resina a seconda delle esigenze del progetto: contattaci per una consulenza, anche via Skype.

Iscriviti alla newsletter:

Grazie! Sei iscritto alla newsletter.

Ops! C'è stato un problema. Riprova.

Calanco userà le informazioni fornite in questo modulo per essere in contatto con te e per fornire aggiornamenti e informazioni.